Info

 

Boscoparlante è un non-luogo,  sta in silenzio ed ascolta, si lascia abitare ed è contemporaneamente altrove.

E’ uno spazio per le parole pronunciate,  per  i pensieri desiderati e temuti, per gli errori necessari e per il loro bagaglio, ma chiede siano tutti liberati e rilasciati. Le loro tracce diventino suoni di cambiamento, come il fruscio accompagna la caduta di una foglia dal ramo, attraversando l’aria, a toccar terra, a perder forma ma mai lontana dal cielo.  Come un bisbiglio mentre dormi, oltre il sogno ed oltre la notte, o al risveglio accompagnato dall’eco di ciò che  sta per essere dimenticato. Il suono, liberato dalle parole e dal significato , diventa una storia aperta, inconclusa ed inseparata da ogni storia, senza preclusioni. Una immagine sonora in movimento.

Pss- pss. Un suono, come un richiamo ed un segnale che libera dal messaggio e dalla sua immagine, incline alla testimonianza sia pur provvisoria di chi passa e si è magari perduto, nella relatività  misteriosa dell’attimo e del suo respiro.

Per un coro di respiri, senza nessuna esclusione: sia   coro all’unisono  sia coro solitario di tutte le voci che ciascuno di noi ha dentro. Tutte da ascoltare.

Grazie.

Kaapi Carla Barnabei

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...