S e n z a


© lab Harambèe – Milano & Altrove, Febbraio 2006

d e n t r o

C a s a

<br

Quando i miei occhi sono stanchi e assediati da tutte quelle immagini, guardo una macchia sul muro.

Guardo una Nuvola in cielo,quando c’è. O altro. O niente.

E lì, riposo. Contemplo l’assenza di forma, in silenzio.

(c o n t i n a)

Annunci

6 thoughts on “

  1. ti ringrazio per aver partecipato con le tue idee al mio quesito…
    hai ragione quando dici che vi è una tristezza infinita attorno a noi…
    e che siamo divenuti bene o male tutti quanti pasto per occhi guardoni di questa società spettacolo. Concordo pienamente.

  2. bella l’assenza di forma…assenza di luce e percezione nulla dello spazio. gli unici momenti che mi danno la forza e mi rigenerano sono quelli in cui mi trovo a concetrarmi per attenuarela forza di gravità da nostra madre terra ma anche dalla nostra madre biologica. dai legami dai suoni e da me stesso. è una sensazione che augurerei a tutti. non parlo di meditazione o di qualche diavoleria chimica. parlo di volontà. ecco che una macchia sul muro ci permette di spermentare la mia leggerezza, mi permette di vedermi in un’altra forma o addirittura senza forma o se spingo troppo mi permette di annullarmi. parlo con le mie cellule mi siedo con loro vicino e le faccio mutare a mio piacimento. le modifico le ossigeno magari, proietto loro l’immagine più bella….e sono attimi indimenticabili. Piano piano recupero i miei 74 Kg e torno a deambulare in maniera primitiva ma sono felice!

    Uomo-d-vetro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...