PreserVativo

Curioso.

Preservativo, da preservare, cosa ti/vi ricorda? Pre-servare, ha a che fare con la salvezza?

E, c’è ancora possibilità (di salvezza) ? un paradiso perduto, d’accordo., ma quanti altri ce ne sono'(dentro e fra noi)?

Considerando inconsiderati confini , dentro di noi ed intorno o fra di noi,e lasiandoli andare (oltre la mente, la classificazione ed il giudizio), dove siamo ora?

Se ci sentiamo all’Inferno, immaginiamo il Paradiso, e po, il Niente.

Stiamo lì, da soli.  Benvenuto/i !

cai tutti, come da voi richiesto inizio con l'inviarvi un'immagine di Andreas e Vivienne versione Adamo ed Eva. questa immagine e' quella dell'invito del party dopo la sfilata ma e' simile a quella dell'invito della sfilata. seguiranno foto sfilata non appena possibile. ciao! a piu' tardi. emanuela

“Adame & Eva sei tu, prima e dopo la Cacciata dal Paradiso. Non dimenticare!”

Non dimenticare, cioè ricordare? Ricordare non il  il ricordo (immagine, pretesa, attesa), lasciare alla memoria lo spazio che non confini il ricordo alla  storia  (nostra) presunta rinunciando proprio  alla suaidentità storica, referenziale. Ohibò, che significa? Forse rilascio, resa, vol, .perdita e …. Non so. Non ci tengo più a saperlo.

Arrendersi come atto di umile presenza sia al mio limite sia all’appartenenza oltre confine. Nessun prezzo, infinito rischio per la libertà di tornare, casa. E, certamente nessun ricatto, nella necessità di rischiare il Nulla a cui appartengo. Non so neanche cosa sia, eppure so che c’è.

Grazie 🙂

Nella rappresentazione c’è il limite (stesso della rappresentazione). “Sapevatelo”?

Il  teatro è Teatro? Cosa fa la differenza? Forse, l’intento rispetto alla consapevolezza che il Teatro quotidiano  sia  teatro per quello (o chi) crediamo d’essere ed, invece, siamo ed anche, però, viceversa, quello che non siamo.  Come se, dietro alla maschera, possa finalmente sfuggire quello che siamo e non sappiamo, temiamo o non vogliamo essere (l’altro) a difesa di quello che dobbiamo rappresentare (lo sappiamo?).

Au revoir, al sé in-separato.

“Io non sono io, non sono e se sono uccidimi.”

Se sono inseperata, se sono nell’illusione di separazione (se mi guardi esisto, guardami sono io!) , non esisto ed è una rappresentazione che, come tale, ha bisogno di immagine e… di Facebook … ?   ( s o r  r y  ).    🙂

NPAL Diary & . . .  1509015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...