Niente dire dire e  Niente da capire …

lab Harambée –  kaapi carla barnabei

Milano v. Volturno& Altrove, Nov. 2008

C i c o g n A q u i l a

La storia di un Iris,  rifiorito tanti anni dopo, senza neanche essere più atteso (ma non dimenticato). E fuori stagione.

 

Ci sono storie che scappano via. O, così sembra, invece, vanno in profondità.  Il Sentimento dell’Abisso e della Grotta ha una sua leggerezza speciale. Ce l’ha in silenzio.

Certe storie ritornano proprio quando sono presa da qualcosa d’altro (o almeno così  mi sembra).

Un’immagine fotografata da qualcuno  manda un richiamo e mi ricordo di un luogo, di viavai quotidiani.

Mi accorgo di come semplicemente indefinibile sia nella (mia)vita  il percorso.: quello che sto facendo. Spesso, è come se me lo scordassi o   mi sembra di essere ferma e nullafacente.

E poi, all’improvviso ecco, il miracolo di sentirmi così leggera, un’altra… :). In questa realtà dove sono i confini, le mappe, le scadenze, gli errori, i traguardi ? Tutto sembra scomparire.

Come posso  raccontare? Piuttosto, mi sento raccontata . E, non mi resta niente da dire….

Anzi, come cantava Francesco D.G. “Non c’è niente da capire”!

Stasera, ascolto il Vento. :-))

 

N°. 0

If you hear a voice within you say ‘you cannot paint,’ then by all means paint and that voice will be silenced.

Vincent Van Gogh

(89- continua)


E'…

"E' tardi, è tardi…!"

dice  Coniglio Bianco guardando di nuovo  l'Orologio.


lab Harambée – K. C. B. – Sarzana 2007 & Altrove

M i r r o r s  &  D o o r s

Sì sono rimasta Là,  non riesco a tornare. Però, lascio un appunto insieme ad una promessa solenne (o quasi). Presto  scriverò una storia con: Molliche o Briciole (per segnare e perdere la strada conosciuta), Crossroad o Bivi/Incroci che esistono e non esistono (sulla v i a , sulla f a c c i a  e  nell' a n i m a ), Iris che da molti anni aspettavano di sbocciare ed essere curati, Corrispondenze  misteriose(senza Spazio.Tempo) chissà qualcosa d'altro in arrivo o pronto (sotto-Terra).


"Master Tarot"
opera di PremBodhi Mario Montano
immagini di Amerigo Folchi

Quindi, a  presto.

E a r l y …!


( 29 – c o n t i n u a )

Senza   Titolo

 

©lab Harambèe – kaapi carla barnabei –
Milano 6 Altrove, 21 Dicembre 2009

 1.
v a r c o

Silenzioso, il Bosco nel cuore, nelle parole. Spazio all’ascolto, senza attesa, Se accadrà un canto… Ascoltiamo,
forse lo sentiremo. Qualunque sarà e dovunque saremo. da soli ed insieme.

©lab Harambèe – kaapi carla barnabei
Milano 6 Altrove, 21 Dicembre 2009

  2.
v a r c o

“Di questa realtà sconfina la definizione e la certezza. altri mondi sono cantati e richiamano”

Semplicemente come filasctrocca di fiabaa ed antico rito, eco della neve che cade dagi Rami. Pufff. E non è un film…!

Tanti auguri per tanti oggi consapevoli,
possibilmente gioiosi…!

 

🙂
kc


( 27 – continua )

( continua


Au – Revoir

Tracce dentro le scarpe, mappe misteriose, da decifrare.
  Sulle suole cresce l’erba, radicata di lacrime e sorrisi.

La commozione concima forme autunnali sontuose di ruggine ed oro.
Io, sto nella casa come sul prato. Come se fossi un fiore, fra tutti gli altri vicini e lontani


Parole lasciano i propri petali al Vento, come aquiloni- farfalla senza filo.

(29  e 1/2 – continua )





"L’offesa alla verità sta all’origine della catastrofe."
Sofocle, Edipo re






Le carceri scoppiano
c l i c k
e
c l i c k








Grazie a:
Galdo  –  Libera utopia
 Egidio Morici –  500firme.it)

per la segnalAzione.








( 1.10 – c o n t i n u a )


“Ciò che deve accadere, accade.”



Il Viaggio ce l’hai addosso, come una pelle .

S’agita al vento e  freme quando un pensiero finalmente se ne va. Alllora, non c’è bisogno di niente,o quasi.

Non hai certezzze. Non sono neanche tue le storie che ti attraversano come ruscelli o fiumi. Torrenti in piena e scrosci di pioggia che susussurreranno  saranno un grido,  ma non per farsi sentire.

Così, come sono arrivate se ne andranno, le storie  raccontate e la compagnia.
Eppure, non sei mai sola, essendolo.  Rechi memoria e radice. Prepari il bagaglio e lo disfi. Allacci le scarpe e vai scalza. A toccare la terra, l’aria. A sprofondare, a respirare.

Senza più parole. Solo quelle indispensabili, restano. Per un ascolto che non divida chi ascolta e chi è ascoltato, per ascoltare…

Lascia accadere. Accade, accadrà.  Non sei tu le storie, la musica, il volo. E’ il Viaggio.
E, non c’è neppure bisogno che ti sposti, a volte. 😉

*  citazione: C.S.I. – “Accade” in “Tabula rasa elettrificata (mi sembra..)

** immagini dalla Rete, disegno-sgiribizzo di stasera (ho ri-cominciato
gli sgiribizzi… Hmm.)

(6209 – c o n t i n u a)

 

Fulmini e Saette


“Uno scarabocchio. S’ingrandisce, come una matassa di filo si dipana.



Ecco un Drago. Cercho gli occhi.
Intanto, immediatamente dalle fauci il Fuoco.


Fulmine nelle tenebre. Saetta  lama luminosa.

Segnato sentiero, sottile linea nel buio.”



(non sono storie e lo sono).

Dalla sua bocca fin qui. Come se non ci fosse più nessuna distanza. Nè tempo, fra dentro e fuori.  Telegiornali ( click 1 –  click 2 )  e quotidiani  ( click 1  ckick 2 ) raccontano, o denunciano, che siamo in un regime. Sarebbe ora di non far (quasi) finta di niente ?!
Sì, certo.  Che non si veda il modo non vuol dire non sia possibile inventarlo.

Lo stesso anche dentro di me. Per altre ragioni, d’accordo.
 E’ ora di non fare più finta di fare e non fare (che si può far finta senza saperlo, quando si è inconsapevoli  presi dalla rappresentazione di sè, più o meno).
Che il modo sia difficile non vuol dire che sia impossibile cercarlo.

 drago porta Pace,  attraverso un Lampo, Fulmini e Saette. Una Pace  che  . . . . . . . . .  (parola a scelta, o qualcos’altro).

( 9 9 – co n t i n u a )


2 4    M a y

 

Buon compleanno Bob…!

Non leggerai e probabilmente  detesti i festeggiamenti d’augurii…!
Forze apprezzeresti un mazzolino di Viole, fiori esili e forti, dai petali come ali  di farfalle…

Bobby, grazie… oggi più che mai!
😉



Il post finisce qui, per ora
(con il portatile non ho più la connessione, si è
rotta la chiavetta?)
Lascio solo un segno, anzi un segna.posto…

(24 – continua)